top of page

Salute Mentale

“Sul tema della salute mentale il Sistema Sanitario italiano è spesso assente o carente, e le spese della psicoterapia continuano a essere quasi sempre a carico della persona. Lo testimonia la situazione in cui ci troviamo oggi, dove a seguito dell'aumento dell'inflazione, molti sono costretti a rinunciare a prendersi cura della propria salute mentale, come se fosse un lusso, perché già oberati dalle spese di affitto, utenze e da tutti i costi dei beni di prima necessità. L'inefficienza della rete di sostegno pubblica è causata, in parte, dal modo sbagliato di concepire la salute mentale. Spesso ne sottovalutiamo la gravità perché, a differenza di un disturbo fisico, il disagio psichico è di frequente non facilmente tangibile. La cura che arriva dalla relazione terapeutica, invece, può diventare fondamentale per la crescita effettiva dell'individuo, il cui disagio può essere più o meno silente, ma comunque penalizzante, anche senza arrivare alla diagnosi di patologie psichiatriche che richiedono trattamento farmacologico o un eventuale ricovero. Dall'altra parte, nonostante molti terapeuti diano la possibilità di accedere a un percorso di cura meno dispendioso rispetto alle tre o quattro sedute settimanali, queste alternative nella maggior parte dei casi sono comunque al di sopra del tenore di vita di un lavoratore medio, soprattutto se giovane, per non parlare di uno stagista, un tirocinante o uno studente universitario. Motivo per cui è necessario iniziare a riflettere, anche in Italia, su una legge che disciplini il ruolo e le funzioni dello psicologo di base. Bisogna capire con estrema urgenza che la salute mentale è una priorità assoluta al pari di quella fisica e non un optional a cui dover rinunciare per contingenze come il caro prezzi e l'inflazione. Risolvere l'emergenza in atto, infatti, è un'urgenza a cui lo Stato deve rispondere immediatamente, attuando una serie di misure tali da rendere le sedute di terapia, e in generale le cure orientate al benessere psicologico, accessibile a tutti” #salute #psicologia #benessere


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


linkedin .png

Lunedì 27 Agosto il “Financial Times” pubblica questo articolo riguardante la crescita sempre maggiore di richiesta di psicoterapia. L’articolo riporta una ricerca dell'Associazione Europea di Psicoterapia in Britannia secondo la quale la psicoterapia sta diventando sempre più “popolare” e potrebbe essere considerata "la professione di questo secolo".
Nel Regno Unito, ad esempio, l'iscrizione alla British Association of Counselling and Psychotherapy è cresciuta del 27%. Nel frattempo, il numero di persone in contatto con i servizi di salute mentale del Servizio Sanitario Nazionale britannico è aumentato del 25%. 

E tu cosa ne pensi?

bottom of page